Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Associazione Oeffe

Associazione Oeffe
a servizio della famiglia

Scuole Faes

Scuole Faes
Dove conta la persona

Franca e Paolo Pugni

Franca e Paolo Pugni
Famiglie Felici

Tutti i nostri link

La mia pagina web,

I blog professionali

la vendita referenziata/referral selling,

vendere all’estero low cost & low risk

selling to Italy:,

I blog non professionali

Famiglie felici/italian and english educazione e pedagogia

Per sommi capi: racconto

Il foietton: la business novel a puntate,

Sono ospite del bellissimo blog di Costanza Miriano che parla di famiglia e di…più

Delle gioie e delle pene: della vita di un cinquantenne

Happy Child Zona Gioia: il blog per i piccolissimi (0-3 anni)


Social network

Facebook,

Twitter

Linkedin

Youtube

Viadeo

Xing

Quora,

Friend Feed

Flickr


Post più popolari

Visualizzazioni totali

Search

Caricamento in corso...

Lettori fissi

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

share this

Powered by Blogger.
lunedì 12 dicembre 2011

Intervista/Interview: Gary Sinclair part I


Scroll down for English Version - thanks! 
Prossimo post/next post  Wednesday/Mercoledì December 14th









Ecco come il nostro ospite di oggi, Gary Sinclair, di Austin nel Texas, si presenta sulla pagina del suo blog: 
"Gary è direttore della Pastoral Care at Austin Christian Fellowship  dal luglio del 2006.
Sposato con Jackie dal 1976 ha due figli, grandi, e tre nipotini.
Laureato in counceling sia alla Wayne State University che al Grace Theological Seminary, oltre ad aver parteciato a numerosi seminari presso il Dallas Theological Seminary.
Gary è coinvolto nell'educazione Cristiana e sia come assistant pastor sia come senior pastor"

Felici di poter condividere il suo punto di vista con i nostri lettori, lasciamo a lui la parola 


1) Perchè ha aperto un sito web e un blog? Quale era il suo scopo?

Ho iniziato a leggere i libri di Seth Godin, un esperto di marketing americano. Seth spiega come attraverso internet ognuno di noi può guadagnare pubblico e “followers” e iniziare a essere d’impatto per altre persone con più efficacia che attraverso i canali tradizionali, come possono essere i libri, i discorsi e via dicendo.

In più, sono genitore, nonno, counselor e pastore. Incontro regolarmente persone che sono in lotta, che siano coniugi o genitori, e ritengo che spesso abbiano bisogno di aiuto pratico, consigli fruibili non teorici, per aiutare la crescita del loro matrimonio e della famiglia. Dunque ho pensato che utilizzare il web poteva essere la via più efficace per poter aiutare sempre più persone e condividere la mia esperienza e le mie conoscenze.

E in circa un paio di anni ho raggiunto più di un milione di sostenitori su Facebook e quasi 900 follower di twitter, per non dire i 100 che si sono iscritti sul mio blog Safe At Home. Ho anche iniziato a scrivere un secondo blog chiamato Never Quite Climbing.


2) Quali sfide lei ritiene che la famiglia stia affrontando in questo periodo?

Ci sono molte difficoltà che si stanno abbattendo sulle famiglie in questo periodo ma le due più grandi sono l’essere troppo occupati e il non trascorrere sufficiente tempo significativo insieme.

Troppe famiglie hanno permesso che il lavoro, le attività dei figli e altri impegni abbiano sottratto loro ogni momento di consapevolezza condivisa e così hanno poco tempo a disposizione per stare insieme. I genitori non amano stare a guardare i loro figli, ad esempio impegnati in attività sportive, e finiscono per perdersi l’occasione di gustare insieme il tempo che sciovola via.

In America, almeno, la famiglie raramente pranzano e cenano insieme. I genitori sono costantemente in giro a portare i figli a lezioni, ripetizioni e a scuola. Di rado parlano di argomenti che vadano oltre le attività della giornata. Le vacanze sono state sostituite dai camp. I mariti e le mogli vedono il loro matrimonio sbriciolarsi in un attimo perché non riescono più a parlarsi o a divertirsi. In più, spesso entrambi i genitori lavorano, l parecchie ore al giorno e talvolta capita che studino anche per migliorare la loro posizione.


3) Come possiamo vincere queste sfide?

Innanzitutto le famiglie devono rallentare. Devono iniziare a dare priorità e a lasciare spazio e tempo nelle loro vite per iniziare a trascorrere del tempo divertendosi insieme, giocando, e comunicando. Non c’è nulla di sbagliato nel dare la possibilità a un bambino di imparare, crescere e realizzarsi, ma non possono essere autorizzati a fare di tutto.

I nostri figli erano iscritti a UNO sport e a UNA attività musicale, non di più. Ed erano già molto impegnati con solo due attività. Ciò nonostante, ci assicuravamo sempre di vivere insieme le vacanze e trascorre momenti speciali di nuovo insieme, perché poi diventano adulti e vanno a vivere da soli e ti mancano.

Secondo, dobbiamo parlare da genitori riguardo alcune cose che sono importanti e che desideriamo insegnare e far sperimentare ai nostri bambini.
Qualcuno una volta ha detto, “Non progetti un fallimento, ma ti dimentichi di progettare”. Si può vivere e basta, e le famiglie lo fanno, ma dimenticano l’importante: avere progettualità così da pianificare perché ciò che conta accada realmente in casa propria.

Io incoraggio i mariti e le mogli, per esempio, ad essere sicuri che abbiano pianificato, messo in agenda, di trascorrere del tempo insieme, solo loro due, anche quando hanno figli. Il loro matrimonio non crescerà a meno che non investano tempo nello stare insieme.




<parte prima - segue>




English Version





This is how Gary Sinclair, our guest, from Austin, Texas,  uses to introduce himself in his blog page. We are pleased to have the chance to share his view on our blog today.

"Gary has been the Director of Pastoral Care at Austin Christian Fellowship in Austin, Texas, since July, 2006.
He has been married to Jackie since 1976 and has two grown children and three grandchildren.
He has graduate degrees in counseling from both Wayne State University and Grace Theological Seminary along with additional seminary training from Dallas Theological Seminary.
Gary has also served in Christian education, as an assistant pastor and as a senior pastor".

1) Why did you start a webpage and blog? What was your aim?

I began to read many of the writings of Seth Godin, an American marketing expert. He explained how through the Internet any of us can gain a following and begin to impact other people more effectively than through traditional means such as writing book, speaking and the like.

In addition, I am a parent, grandparent, counselor and pastor.  I regularly meet people who are struggling as spouses or parents and find they often need practical, usable guidance on how to help their marriage and family grow. So it seemed like using the web would be the most effective way I could help the most people and share my experience and expertise.

And in just a couple of years of less I’ve accumulated over one thousand Facebook followers and nearly 900 Twitter followers, not to mention about 100 who subscribed directly at present to my Safe At Home blog. I also write a second blog called Never Quit Climbing

2) Which challenges do you believe families have to face nowadays?  There are many things for families to overcome these days but two of the biggest are  being too busy and not spending enough meaningful time together.

Too many families have allowed their jobs, children’s activities and other commitments to steal every waking moment from them so that they have little personal time together. Parents may be spending time watching their children in activities but they are spending little time actually enjoying each other.

In America, at least, families have very few meals together. Parents are constantly driving their children to lessons, rehearsals and school. They rarely talk other than about the day’s events. Holidays are being substituted with camps. Husbands and wives are seeing their marriages crumble in the meantime because they rarely talk or enjoy each other as friends. On top of all that, parents may both work, work long hours and be trying to attend school as well.

3) How can we win these challenges? 

First, families must slow down.  They must begin to prioritize and leave room for their family to enjoy each other, to play, to be together, and to communicate. There is nothing wrong with children being given opportunities to learn, grow and achieve but they can’t be allowed to do everything.

Our children were involved in ONE sport and ONE musical endeavor, no more. And they were busy with just that. Nonetheless, we made sure we took trips together and had meaningful moments together before they left home as young adults.

Second, we must talk as parents about some of the important things we want to teach our children and have them experience.  Someone has once said, “You don’t plan to fail, you just fail to plan.”  Families can do this where they just live life, but rarely plan for the important things they want to happen in their homes.

I encourage husbands and wives, for example, to make sure that they plan for time together, just the two of them, even when they have children. Their marriage will never grow unless they invest in it.

<to be continued>


0 commenti: