Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Associazione Oeffe

Associazione Oeffe
a servizio della famiglia

Scuole Faes

Scuole Faes
Dove conta la persona

Franca e Paolo Pugni

Franca e Paolo Pugni
Famiglie Felici

Tutti i nostri link

La mia pagina web,

I blog professionali

la vendita referenziata/referral selling,

vendere all’estero low cost & low risk

selling to Italy:,

I blog non professionali

Famiglie felici/italian and english educazione e pedagogia

Per sommi capi: racconto

Il foietton: la business novel a puntate,

Sono ospite del bellissimo blog di Costanza Miriano che parla di famiglia e di…più

Delle gioie e delle pene: della vita di un cinquantenne

Happy Child Zona Gioia: il blog per i piccolissimi (0-3 anni)


Social network

Facebook,

Twitter

Linkedin

Youtube

Viadeo

Xing

Quora,

Friend Feed

Flickr


Post più popolari

Visualizzazioni totali

Search

Caricamento in corso...

Lettori fissi

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

share this

Powered by Blogger.
sabato 11 febbraio 2012

Sabato Italiano: guest post



Sabato Italiano: i padri separati
Next english post: Monday Feb 13th




Volentieri lasciamo spazio ad Andrea che ci introduce in un tema ruvido e purtroppo aggravato dalla crisi presente

Un nuovo fenomeno sociologico si sta affermando in maniera preoccupante negli ultimi anni: è quello del “padre separato”, che rischia di diventare una delle emergenze sociali della società contemporanea.

La questione nasce come risultato di una serie di fattori concorrenti che mettono in serio pericolo la sostenibilità della situazione di “padre separato”. Si tratta principalmente:

Ø  Degli orientamenti giurisprudenziali in atto in tema di diritto familiare, che tendono a privilegiare la madre nel processo di separazione, all’ insegna di una concezione piuttosto “stereotipata” del rapporto uomo-donna, a prescindere spesso da una equilibrata valutazione del singolo caso;
Ø  Della crisi economica in atto, che aggrava la già difficile situazione del padre, spesso costretto a versare il mantenimento a moglie e figli;
Ø  La tendenza sempre più allarmante che mostra un’ incidenza sempre più alta del numero di separazioni su quello dei matrimoni.

In questo contesto, il padre separato passa, nonostante possegga nella maggiora parte dei casi un lavoro, da una condizione di agio finanziario ad una di completo dissesto. Le cause principali, come accennato, sono il pagamento del mantenimento a moglie e figli, oltre alla necessità di pagare l’ affitto per una nuova abitazione, dato che quella di famiglia rimane all’ assegnatario dei figli.

Se si aggiunge che il padre separato deve far spesso fronte anche alle spese legali relative alla separazione o che comunque preludono ad un eventuale divorzio, si capisce facilmente la grande utilità del ruolo sociale svolto da un’ agenzia per padri separati.

Si tratta di enti senza scopo di lucro che si affiancano al padre separato per agevolarlo nel ritrovare un percorso di stabilità, materiale e psicologica, che spesso va perduta nel traumatico processo di separazione.
Di solito le agenzie per padre separati propongono fra i vari servizi consulenza legale ed assistenza psicologica. Molto importante anche l’ ausilio nella ricerca di una nuova abitazione e, se del caso, un aiuto per propiziare un eventuale rientro nel mercato del lavoro.

Quello che è sicuro è che, facendo una breve rassegna sul web, ci si accorge che questo genere di enti non-profit sta presentando uno sviluppo numerico piuttosto consistente, sintomo evidente del fatto che il problema dei “padri separati” è di grande attualità.


Post di Padre Separato

0 commenti: