Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Associazione Oeffe

Associazione Oeffe
a servizio della famiglia

Scuole Faes

Scuole Faes
Dove conta la persona

Franca e Paolo Pugni

Franca e Paolo Pugni
Famiglie Felici

Tutti i nostri link

La mia pagina web,

I blog professionali

la vendita referenziata/referral selling,

vendere all’estero low cost & low risk

selling to Italy:,

I blog non professionali

Famiglie felici/italian and english educazione e pedagogia

Per sommi capi: racconto

Il foietton: la business novel a puntate,

Sono ospite del bellissimo blog di Costanza Miriano che parla di famiglia e di…più

Delle gioie e delle pene: della vita di un cinquantenne

Happy Child Zona Gioia: il blog per i piccolissimi (0-3 anni)


Social network

Facebook,

Twitter

Linkedin

Youtube

Viadeo

Xing

Quora,

Friend Feed

Flickr


Post più popolari

Visualizzazioni totali

Search

Caricamento in corso...

Lettori fissi

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

share this

Powered by Blogger.
venerdì 11 novembre 2011

Teaching temperance 5 hints - 5 passi per insegnare la temperanza



Scroll down for English version - thanks! 
Prossimo post/next post  Domenica/Sunday November 13th





Insegnare la sobrietà sembra una cosa da pazzi. Dopo tutto siamo davvero convinti che la temperanza sia una virtù?
In realtà lo è, ma probabilmente è uno di cui valori che si preferisce predicare, agli altri, piuttosto che vivere personalmente.
Siamo convinti che la nostra società abbia disperatamente bisogno di ciò che la temperanza vuole proporci, e che abbiamo la necessità di iniziare a insegnarla nuovamente ai nostri figli.
Ma che cosa è poi la temperanza? Possiamo usare la definizione che ci propone Xavier Echeverria in questa interessante lettera:
“La temperanza è padronanza di sé. Una padronanza che si ottiene quando ci si rende conto che non tutto ciò che sperimentiamo nel corpo e nell’anima va lasciato senza freno. Non tutto ciò che si può fare si deve fare. È molto agevole lasciarsi trasportare dagli impulsi che vengono chiamati naturali; ma al termine della loro corsa non si trova altro che la tristezza, l’isolamento nella propria miseria.”
La temperanza è quindi strettamente collegata con l’umiltà: dovremmo renderci conto che non possiamo avere il comando su tutto e che non siamo più forti delle tentazioni, e potete anche dare il significato che preferite a questa parola.
Come possiamo insegnare la temperanza? Aiutando i nostri figli a comandare i loro impulsi e le passioni. Il che è diventato sempre più difficile in una società che, al contrario, afferma che le passioni e gli istinti devono essere assecondati poiché sono puri e spontanei.
Vorrei condividere con voi 5 punti, e spero che possiate aggiungere altri derivanti dalla vostra esperienza:
1.     Fornire motivazioni: se non capite perché bisogna essere temperanti..chi ce lo fa fare?
2.     Dare l’esempio: ritardare la soddisfazione di un desiderio . Iniziamo con bisogni molto semplici (bere, mangiare, sedersi) per arrivare a qualcosa di più grande (un libro, un DVD, un film…)
3.     Insegniamo il rispetto di quello che stiamo usando: non seguiamo la mentalità dell’ ”usa e getta”.
4.     Mostriamo come si può superare i propri limiti provando e riprovando: usiamo lo sport come allenamento a tale scopo (correre ancora 500 metri, allenarsi con più costanza…)
5.     Far vedere cosa significa la temperanza nelle relazioni: pazienza, ascolto, sorrisi, attenzione vera e sincera.
Avete altri punti da aggiungere a questa lista?




English version




Teaching  soberness seems an insane job.  After all do we really believe temperance is a virtue?
Actually it is, but one of those values that you prefer to proclaim rather then live.
We do believe that our society need so desperately what temperance is pointing out that we need to start again to teach it to our kids.
What is soberness? We can use the definition provided in this interesting letter by Xavier Echevarria
Temperance is self-mastery. A self-mastery that is achieved when we realize that not everything we experience in our bodies and souls should be given free rein. Nor ought we to do everything we can do. It is easier to let ourselves be carried away by so-called natural impulses; but this road ends up in sadness and isolation in our own misery”
Temperance is therefore strictly tied to humility: we should be aware of the fact that we cannot master everything and that we are not stronger than any temptation, and you can give the meaning you prefer to this word.
How can we teach temperance? Helping our kid to master impulse and passions. Which is harder and harder in a society that, on the contrary, claims that passions and instincts have to be followed since they are pure and spontaneous.
Let’s share five clues, and we hope you could add more
1.     Provide motivations: if you do not understand why you have to be temperant… why then?
2.     Lead by example: delay desires. Starting from very simple needs (to drink, to eat, to sit) to greater ones (a book, a DVD, a movie…)
3.     Teach respect for what they are using: do not forward a “throwaway” mentality
4.     Show how you can overcome your limit trying and trying: use sport as a easy filed (running 1/2 miles more, training harder…)
5.     Show what temperance means in relations: patience, listening, smiling, taking care sincerely and profoundly.
What could you add to this?

0 commenti: