Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Associazione Oeffe

Associazione Oeffe
a servizio della famiglia

Scuole Faes

Scuole Faes
Dove conta la persona

Franca e Paolo Pugni

Franca e Paolo Pugni
Famiglie Felici

Tutti i nostri link

La mia pagina web,

I blog professionali

la vendita referenziata/referral selling,

vendere all’estero low cost & low risk

selling to Italy:,

I blog non professionali

Famiglie felici/italian and english educazione e pedagogia

Per sommi capi: racconto

Il foietton: la business novel a puntate,

Sono ospite del bellissimo blog di Costanza Miriano che parla di famiglia e di…più

Delle gioie e delle pene: della vita di un cinquantenne

Happy Child Zona Gioia: il blog per i piccolissimi (0-3 anni)


Social network

Facebook,

Twitter

Linkedin

Youtube

Viadeo

Xing

Quora,

Friend Feed

Flickr


Post più popolari

Visualizzazioni totali

Search

Caricamento in corso...

Lettori fissi

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

share this

Powered by Blogger.
martedì 17 aprile 2012

Le paure dei genitori - What parents fear

Next post Tuesday April 19th - 
Prossimo post giovedì 19 aprile


Testo in italiano qui sotto - grazie






What do we fear? What are parents scared of? Mariolina Migliarese suggests that we are not able to be so firm as we should be as parents, standing steadily in front of our kids to show them the way, because we do fear to many things.
Let’s list them before discussing them one at the time in future posts, thanks also to your comments and hints.
1)   we fear to make mistakes, to hurt our kids because we take wrong decisions
2)   we fear for their health: diseases, risks, wrong friends, wrong places…
3)   we fear to lose their love, their appreciation
4)   we fear to impose them our values, what we believe in
5)   we fear they can suffer in any way, especially frustration

It’s quite easy to understand that our parents and their parents and their parents (and so on) should fear similarly: so why do we act differently so that one can claim that nowadays what is changed are the kids but parents?
I believe that the founding fear is that we cannot withstand to lose, apparently, the love and respect of our kids, because we are no more aware of what love is and how it works.
We tend to mistake love for audience and success. That’s not love. That’s something completely different and much poorer than love. That’s just appearance.
We want everything and now, and we cannot delay satisfaction because we have been taught to feel and express and live lead by emotions. Which is not exactly what life is.
So, what do you think about?


Testo in italiano




Di che cosa abbiamo paura? Di cosa i genitori hanno paura? Mariolina Migliarese suggerisce che non siamo in grado di essere così saldi come dovremmo essere come genitori, costantemente autorevoli davanti ai nostri ragazzi per mostrare loro la strada, poiché abbiamo paura di troppe cose.
Elenchiamo le nostre paure prima di discuterle una alla volta in futuri post, grazie anche ai vostri commenti e suggerimenti.
1) abbiamo paura di sbagliare, di ferire i nostri bambini perché prendiamo decisioni errate
2) temiamo per la loro salute: le malattie, i rischi, gli amici errate, posti sbagliati...
3) abbiamo paura di perdere il loro amore, il loro apprezzamento
4) abbiamo paura di imporre i nostri valori, ciò in cui crediamo
5) abbiamo paura di farli soffrire in qualche modo, soprattutto abbiamo paura che provino frustrazione.
E' abbastanza facile capire che i nostri genitori ed i loro i genitori, ed i loro genitori (e così via) debbano ugualmente avere avuto paura: allora perché ci comportiamo in modo diverso, tanto che si può affermare che ciò che è cambiato oggi non sono bambini ma i genitori?
Credo che la paura fondante è che non possiamo sopportare di perdere, a quanto pare, l'amore e il rispetto dei nostri bambini, perché non siamo più consapevoli di cosa sia l'amore e di come funzioni.
Tendiamo a confondere l'amore con  il successo. Non è l'amore. Questo è qualcosa di completamente diverso e molto più povero di amore. Questo è solo apparenza.
Vogliamo tutto e subito, e non possiamo ritardare la soddisfazione perché ci è stato insegnato di sentire e di esprimere e a vivere, guidati dalle emozioni. Che non è esattamente la vita.
E voi, cosa ne pensate?

0 commenti: