Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Associazione Oeffe

Associazione Oeffe
a servizio della famiglia

Scuole Faes

Scuole Faes
Dove conta la persona

Franca e Paolo Pugni

Franca e Paolo Pugni
Famiglie Felici

Tutti i nostri link

La mia pagina web,

I blog professionali

la vendita referenziata/referral selling,

vendere all’estero low cost & low risk

selling to Italy:,

I blog non professionali

Famiglie felici/italian and english educazione e pedagogia

Per sommi capi: racconto

Il foietton: la business novel a puntate,

Sono ospite del bellissimo blog di Costanza Miriano che parla di famiglia e di…più

Delle gioie e delle pene: della vita di un cinquantenne

Happy Child Zona Gioia: il blog per i piccolissimi (0-3 anni)


Social network

Facebook,

Twitter

Linkedin

Youtube

Viadeo

Xing

Quora,

Friend Feed

Flickr


Post più popolari

Visualizzazioni totali

Search

Caricamento in corso...

Lettori fissi

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

share this

Powered by Blogger.
domenica 16 gennaio 2011

Intervista a Leah Derewicz: creatività e tradizione - Interview with Leah Derewicz: creativity and tradition

Breaking news: Il 24 gennaio alle ore 20.45 presso il teatro Colosseo, in viale Montenero 64 a Milano, attraverso una interessante tavola rotonda verrà presentato il saggio di Mariolina Migliarese La famiglia imperfetta



Prossimo post Next post Wednesday/Mercoledì 19 gennaio 2011

Scroll down for English version




La creatività delle donne, e delle mamme, è così ricca che il mondo non può che accoglierla a braccia aperte. Sfortunamente questo non spesso il caso. Ne abbiamo già parlato, evidenziando le sfide e le frustrazioni che le donne affrontano nel mondo del lavoro. Questa è la ragione per cui siamo sempre molto lieti di condividere con tutti le esperienze di mamme che hanno trovato strade alternative per lavorare, cercando di essere più vicine ai propri figli. E di superare alcuni degli ostacoli che la società pone loro davanti. Il nostro intento in casi come questo è duplice: da uin lato mettere a fattor comune l’esperienza di una mamma, mamma blogger: quindi con un particolare osservatori della società, e presentare la storia di un successo imprenditoriale che può fornire spunti e stimoli per lanciarsi in una nuova avventura.

Leah Derewicz è una mamma che lavora da casa, ha due figli, un cocker ed un marito con cui in passato ha vissuto per circa due anni in Polonia, dove ha acquistato un set di stoviglie in ceramica polacca da portare a casa negli USA. Senza rendersene conto, stava gettando le basi della sua futura attività progessionale.
Dopo aver creato una famiglia e aver perso il suo lavoro, Leah stava cercando qualcosa che le permettesse di mettere a frutto la sua creatività e la sue abilità nella vendita: voleva stare ancora a casa ma anche lavorare. Dopo diverse ricerche senza esito positivo ha pensato che forse poteva dedicarsi a vendere ceramiche polacche: ha così contattato un possibile fornitore in Polonia e nell’arco di pochi mesi nel Novembre 2005 è nata  “Peacock Pottery”, mentre il sito web è partito nel Gennaio 2006.


1. Sei una mamma che lavora da casa: perché hai fatto questa scelta, e quali ne sono i vantaggi?
Io e mio marito siamo stati molto fortunati e questo è quanto di meglio avremmo voluto per i nostri figli. Per me personalmente, questa è la scelta migliore: riesco a stare a casa con i ragazzi e a lavorare da casa – davvero il meglio dei due mondi! Io amo, amo, amo essere una mamma che sta a casa. Amo passare il tempo giocando, leggendo, occupandomi del giardino, cucinando, facendo lavoretti etc. con i miei ragazzi. Posso fare del volontariato presso la vecchia scuola dei nostri figli. Visto che la mia attività è prevalentemente basata su Internet, posso scrivere articoli, vendere, preprare pacchi per la spedizione mentre i ragazzi sono impegnati.
2. Quanto è stato difficile creare una tua attività in proprio?
Quando il nostro figlio maggiore ha compiuto due anni ero alla ricerca di uno sbocco creativo. Ho iniziato cercando attività in franchising, attività di vendita diretta etc. ma non ho trovato nulla che mi appassionasse. Quando vivevamo in Polonia abbiamo acquistato un set di stoviglie Boleslawiec Polish Pottery e io LO AMAVO! Così ho ricercato in Arizona delle ceramiche polacche ma non ho trovato nessuno che le vendesse né in negozio né tramite internet. Io ho esperienza nella vendita al dettaglio e marketing, la vendita al dettaglio poi è la mia grande passione. Ho contattato due persone per vedere se avremmo potuto lavorare insieme, un’ amica in Polonia e un grossista che condividevano gli stessi miei valori cristiani. Ho creato il nome "Peacock Pottery" e come si suol dire il resto è storia. Nel frattempo ho imparato ad utilizzare i siti web, i blog, Facebook, Twitter etc.  Ho sbagliato e imparato dai miei errori, e sto vedendo l’attività crescere magnificamente.

3.Quali tipi di famiglie contattanto solitamente te  ed il tuo  blog?
Come ho accennato, la mia attività è cambiata con l’introduzione di Facebook e Twitter. Questi strumenti hanno aperto un mercato completamente nuovo per le ceramiche polacche. Quando un potenziale cliente guarda il negozio virtuale può rimanere sorpreso perché sono più costose delle stoviglie utilizzate quotidianamente.  Questo è il motivo per cui il mio blog è una risorsa importante, mostra ai potenziali clienti come possono essere utilizzate nella vita di ogni giorno, ho ricette di famiglia e ne aggiungo settimanalmente. Aggiungo inoltre storie sulla nostra vita a Varsavia e nel nuovo anno aggiungerò storie sull’importanza della vita familiare in Polonia.

4. Quale genere di preoccupazioni percepisci solitamente nelle famiglie in USA?
Il tempo - a mio parere le famiglie in USA non dedicano abbastanza tempo di qualità alla famiglia. Quando ero in Europa io amavo la domenica: vedevo spesso diverse generazioni familiari passeggiare nel parco, mangiare un gelato, nutrire gli uccelli – in una parola passare del tempo insieme.  Qui non vedo la stessa cosa – vedo famiglie che corrono da un’attività all’altra; corrono mentre fanno la spesa; corrono per la strada – cercando di stipare tutto in un week end – lasciando così i bambini esausti ma non necessariamente soddisfatti.
La perfezione - In USA c’è un problema, siamo affetti dalla sindrome di Bree van der Kamp, la rossa perfettina di Desperate Housewives: vogliamo che tutto sia perfetto, il coniuge perfetto, la casa perfetta, i bambini perfetti. A volte siamo così impegnati a tenere alte le apparenze che perdiamo di vista ciò che è realmente importante – alimentare un sé forte – stima nei nostri figli, costruire delle solide basi per la nostra famiglia.

5. Hai passato un paio d’anni in Europa: hai percepito differenze nell’educazione?
Certo, la differenza principale è nelle competenze linguistiche. Chiunque io abbia conosciuto parla diverse lingue, anche i bambini. Mentre io ho lottato cercando di imparare abbastanza polacco per ordinare nei ristoranti! I ragazzi sono molto ben informati sulla politica mondiale. L’educazione è molto importante in Europa, vorrei che anche gli USA dedicassero maggiore attenzione all’educazione.

7. Tre suggerimenti che puoi dare ai nostri lettori come genitori per essere una famiglia migliore
1.  Tempo – Prendetevi il tempo di godervi i vostri figli – mangiate con loro, giocate con loro, parlategli quotidianamente, ridete insieme. Fateli sentire importanti e apprezzati.

2.  Smettere di cercare di essere perfetti – Dite a voi stessi che va bene non essere perfetti, una delle cose migliori da insegnare ad un bambino è che è normale compiere errori, che si impara facendone e si va avanti.
3.  Tradizioni – Costruire tradizioni e memorie è molto importante per i bambini, per il loro senso di appartenenza.  Create le vostre tradizioni – ad esempio andare in Chiesa la Viglia di Natale – e siate certi che ogni anno, a prescindere da dove sarete – queste tradizioni resteranno ai vostri figli per tutta la vita. Ho scritto un articolo su questo tema.





English version







The creativiy of women and moms is so rich that the world cannot but welcome it. Unfortunately, this is not always the case. We discussed several time the challenges and frustrations women have to face in the business environment. This is why we always greet the opportunity to share experience of moms that has found an alternative way to work while staying closer to their children. Our intent in this case is doublefolded: share with you their experience as mom, and blogger mom thus having a special window on the society, and present the story of a successful entrepreneur that could provide clues and cues to launch a new business adventure.
Leah Derewicz now is a SAHM (Stay At Home Mom) with 2 beautiful boys, one Cocker Spaniel and an husband, that she defines lovely. And we believe her! They had lived in Poland for almost 2 years, and upon returning to the States, Leah purchased a full set of Polish Pottery dinnerware to bring home. That was the trigging idea for a complete new opportunity. When 2 years, Leah was itching to use some of her creativity and sales talent, without living up to be a stay at home mom. After researching many franchise and direct sales options, nothing really grabbed her attention  … maybe she should start selling the Polish Pottery.  Leah contacted a woman in Poland and started internet research and as they say "the rest is history".  A few months after that conversation, Peacock Pottery was brought to life in November 2005, with the website going live in January 2006.


1. You are a work at home mom: why you made this choice, which are the advantages of your choice?
My husband and I are "mid-life parents"  We were very fortunate to be raised by Stay at Home Mothers and that is what we wanted for our boys as well.  For me personally, this is the best choice, I get to stay at home with the boys and work at home - truly the best of both worlds!  I love, love, love being a stay at home mom.  I love spending time playing, reading, gardening, cooking, crafting etc. with my boys.  I am able to volunteer at our oldest son's school.  Being that my business is mostly Internet based, I am able to write articles, market the business, package items for shipping around the boys schedules.

2. How difficult it was to create your own business?

When our oldest son turned two - I was looking for a creative outlet.  I started researching franchises, direct sales models etc.  but I couldn't find anything I was passionate about.  While we lived in Poland, we purchased a set of the Boleslawiec Polish Pottery dinnerware and I LOVED it!  So I researched Polish Pottery in Arizona and couldn't find anyone that was selling it either in a store or via the Internet.  I have a background in retail and marketing, retail has been a lifelong passion of mine.  I contacted two people, a friend from Poland to see if we could work together and a wholesaler who shared the same Christian values that I did.  I created the name "Peacock Pottery" and as they say the rest is history.  During this time I have learned about websites, blogs, Facebook, Twitter etc.  I have made mistakes and learned from them and am watching the business rebound beautifully and grow into my dream vision.

3. which kind of families do usually contact you and your blog?
As I mentioned before, my business has changed with the introduction of Facebook and Twitter.  These vehicles introduce a whole new market to Polish Pottery.  When a potential customer looks at the shopping site, they may surprised because Polish Pottery is more expensive than your everyday dinnerware items.  This is where my blog is a great resource, I am showing potential customers how Polish Pottery can be used in your everyday life, I have family friendly recipes and will continue to add more weekly.  I also include stories about our time in Warsaw and I will be adding more stories about how important family life is in Poland in the new year.

4. which kind of concerns do you usually perceive in the families in the US?

Time -  In my view, families in the US don't spend enough quality family time together.  While in Europe, I loved Sundays, I would often see generations of families strolling through the park, sharing ice cream, feeding the birds - just spending time together.  I don't see that here- I see families rushing from one activity to the next; rushing while grocery shopping; rushing while on the road - trying to cram everything into a weekend - leaving kids exhausted but not necessarily fulfilled.

Perfection - In the US there is a "Want to keep up with the Jones" problem.  We want everything to be perfect, the perfect spouse, the perfect house, the perfect kids.  We are sometimes so busy trying to keep up appearances, that we lose sight of what is really important - nurturing a strong self - esteem in our children, building a strong family foundation.

5. you spent a couple of years in Europe: did you perceive differences in education?
Wow, the biggest difference is language skills.  Everyone I met knew multiple languages, even the children.  While I struggled trying to learn enough Polish to order in restaurants!  The children are very knowledgeable about world politics.  Education is so important in Europe, I wish the US would put more emphasis on education.

6. three suggestion you can give as a parents to our reader to be a better family
1.  Time - Take the time to enjoy your children - eat a snack with them, play a game with them, talk with them daily - laugh with them.  Make them feel important and valued.

2.  Stop trying to be perfect - Tell yourself that it is okay not to be perfect, one of the best things to teach a child is that it is normal to make mistakes, but that we learn from them and move on.  Laugh when the cookies you baked don't look like "Martha Stewarts" , just enjoy instead of stressing over perfection.

3.  Traditions - Building traditions and memories are so important for children to feel like they belong.  Make your own traditions - if it is going to church on Christmas Eve - then make sure it happens every year no matter where you are - these traditions will stay with your children for a lifetime. I wrote an article  on this subject.

0 commenti: